In questa installazione "acustica" un ambiente sonoro naturale, (ri)costruito in forma di
percorso/ gioco dall'artista, creerà le premesse e le condizioni per approfondire il tema
della percezione di ciò che ci circonda e di come l'attenzione dell'uomo può e deve essere
"educata" nuovamente al suono naturale.

Le foto di Marcello Liberato sono di Asier Gogortza (lic. Creative Commons).
PROPOSTE SONORE
MARCELLO LIBERATO
Musicista, artista sonoro.
Dal 2000 al 2002 ha suonato musica elettroacustica improvvisata e nello stesso periodo
ha sonorizzato film in super8 e 16mm di diversi cineasti romani.
Dal confluire di queste esperienze nasce nel 2002 "Pensiero Cinematico", laboratorio
interdisciplinare di artigianato visivo, sonoro e teatrale.
Dal 2001 al 2003 collabora con "Curva chiusa" di A. Mendizabal e C. Blazen (concerti in
bicicletta per musica in movimento), realizzando diversi brani.
Nel 2005 registra il progetto Coincidenze (orchestra improvvisante improvvisata),
assieme ad altri 15 artisti romani. Altri appuntamenti di rilievo sono: il concerto di "Live
Electronics" per lo spettacolo di danza "Il Sette lo conferma", all'interno di "Crack",
mostra europea del fumetto a Roma e "Concerto d'Esso Stesso", partitura di un film
teorico pubblicato su "s.P.a.P.s.", raccolta di concerti teorici attorno a paesaggi sonori e
sul rapporto musica/ambiente.
Dal 2006 al 2008 realizza diversi lavori in ambiti di ricerca legati all'interazione fra
suono, ambiente, visione. Prende parte al laboratorio di improvvisazione musicale presso
il centro diurno "L'Isola che c'è" e all'evento "Elastique; gioco di tensioni fra corpi e suoni"
(performance di danza, musica e video), presso il "Brancaleone" a Roma, a cura di
FestArte.
Dal 2006 ad oggi realizza diverse istallazioni sonore, concerti e performance di cinema
espanso, tra cui "Suoni Comuni/Elkar Rek", settimana di incontri, concerti e letture sul
paesaggio sonoro e musica ambientale, "Sgocciolatoio", istallazione sonora con acqua e
luce, realizzata per il festival di ERTZ 07 ad Arteleku, "Concerto Subacqueo" a Bera ed a
Lazkao, per il festival di nuove musiche ERTZ e "LaberintOido", alla mostra
internazionale di installazioni sonore "Tabakalera Suena", Donostia.
Dal 2006 è tra gli autori principali del "Cucinema", performance/laboratorio di cinema
artigianale nel quale i partecipanti realizzano un film dipinto a mano su pellicola 16mm
con relativa colonna sonora, un set di proiezioni dirette su diapositive ed un laboratorio
di pasta fatta a mano. Alla fine della giornata viene proiettato il film realizzato
collettivamente mentre si cena con la pasta realizzata nel laboratorio stesso.
Dal 2005 realizza dei laboratori musicali sulla costruzione di strumenti con materiai
riciclati, presso scuole elementari, medie e superiori di Roma e centri diurni per
diversamente abili nei Castelli Romani.
Dal 2010 collabora al progetto "Natural_Mente" presso l'ex Orto Botanico di Genzano,
dove ha dato vita al "Parco dei Suoni" realizzando una fontana sonora ispirata ad uno
strumento tradizionale giapponese, il Suikunkutsu.
Attualmente prosegue con lo studio di strumenti musicali azionati da vento ed acqua
(arpe eoliche, gocciolatoi, Shishi-Odoshi ecc.).
© 2013 Alis

E QUANTO AVREI GIA’ SCELTO DI NON RACCONTARVI...